Criptovaluta

In quanti modi puoi pagare i tuoi acquisti commerciali?

Sei convinto che le valute principali, quali euro e dollaro, siano l’unica forma per poter pagare?

Hai mai sentito parlare di circuiti alternativi, quali il baratto (barter) e la criptovaluta?

Oggi desidero condividere con te l’evoluzione economica e sociale delle forme di pagamento per gli scambi commerciali.

Le innovazioni che vedremo trovano la loro origine durante la prima grave crisi finanziaria degli anni 2000-2003.

Il primo circuito, legalmente riconosciuto, in risposta alla crisi di liquidità del sistema bancario tradizionale è stato il baratto.
In inglese si dice barter.
In sostanza gli imprenditori per potere andare avanti hanno fatto un tuffo nel passato: hanno creato un circuito dove non transitava moneta ma prestazione di servizi e scambio di merci.
Io pago l’acquisto di un prodotto attraverso l’erogazione di un servizio o la consegna di un altro bene.

Esistono ancora questi circuiti e rappresentano nelle loro forme più evolute circa il 15% del fatturato delle aziende che li utilizzano.

La grande novità avviene dopo la crisi finanziaria del 2008.

Prende forza l’idea che non sia giusto avere solamente le banche centrali come unici decisori su come gestire la liquidità del sistema globale dei pagamenti.

E così, grazie al forte sviluppo della tecnologia, di Internet e dei canali social, nasce una cultura popolare e globale per realizzare un sistema più democratico e meno centralizzato.

Nasce nel 2009 la prima criptovaluta.

Tu sai cosa è questa nuova moneta?

Ecco una breve definizione: una criptovaluta è una valuta paritaria, decentralizzata digitale la cui implementazione si basa sui principi della crittografia per convalidare le transazioni e la generazione di moneta in sé.
Come ogni valuta digitale consente di effettuare pagamenti on-line in maniera sicura.

Per chi crede nella terza rivoluzione industriale, è come pensare di avere la valuta social.

Come l’approvvigionamento dell’energia sta cambiando, rivolgendosi sempre di più verso le fonti di energia rinnovabili e a tutti accessibili, prima fra tutte il sole, così anche il sistema finanziario cerca alternative per avere liquidità alle strade oggi presenti e non sempre garanti di stabilità.

Siamo agli albori di questa strada.

Quello che non si può negare è che sempre più persone manifestano malessere verso un sistema economico e finanziario che risulta fragile e troppo spesso instabile.

Come educatore finanziario voglio ricordarti questa relazione imprescindibile: grande opportunità, che significa poter avere grandi guadagni, ha come contropartita l’elevato rischio, che significa rischiare di perdere.

All’epoca attuale queste forme di investimento io le definisco alternative.
Significa che, se desidero provare questa forma d’investimento, devo inserire poco del mio patrimonio: non più del 5%.

Io desidero essere parte del cambiamento economico e sociale in atto.

Per questo io ho investito in criptovaluta.

Prima di tutto la coerenza.

La mia aspettativa è che questa strada prenderà sempre più piede e quindi avrà sempre più valore.

Se credi nel tuo piccolo di poter essere parte anche tu del cambiamento, questa è un’opportunità.

Evoluzione a volte è anche rivoluzione: evolution, r-evolution.

Ho stimolato la tua curiosità?

Contattami, potremo sfruttare insieme questa occasione.

Posted on: 8 Settembre 2016, by :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *