Grazie Janet

Conosci questa donna?

Sai che incarico ha ricoperto in questi anni?

E che decisioni ha preso per i mercati finanziari?

Oggi desidero dedicare questo post ad una donna a mio parere eccezionale.

Sto parlando di Janet Yellen, la prima donna a ricoprire il ruolo di Presidente della banca centrale americana (Fed).

In sostanza la collega di Mario Draghi (Bce)

Ieri Janet ha presieduto la sua ultima riunione come capo del Board.

Dal 5 febbraio subentrerà un altro Presidente.

Lei è stata in carica quattro anni.

Di solito il mandato viene riconfermato per almeno una seconda volta.

Cosa è riuscita a fare?

È stata capace di iniziare il rialzo dei tassi in America.

Che cosa significa?

Ha iniziato un processo di normalizzazione dell’economia.

Permettendo alle aziende di fare investimenti strutturali e assumere disoccupati; oltre a stimolare i consumi dei risparmiatori.

Un percorso che noi in Europa non abbiamo ancora iniziato a fare in modo serio e profondo.

Perché, se è stata così efficace, è rimasta in carica solo quattro anni?

La politica americana ha deciso di cambiare, perché lei non era disposta a scendere a compromessi.

Una vera professionista, che ha cercato in tutti i modi di sgonfiare una bolla finanziaria che sembra inarrestabile.

Una donna che ha anche saputo ammettere le difficoltà della banca centrale a leggere i dati sull’inflazione.

Non è facile parlare al mondo finanziario, con tutti gli occhi puntati addosso, ed ammettere che ci sono delle difficoltà.

Questo è avvenuto a ottobre 2017.

Una grande onestà intellettuale; anche perché forse quel passaggio le è costato il posto di lavoro.

Verrà ricordata come Presidente che ha invertito la curva dei tassi dopo la crisi del 2009.

A mio avviso, una donna da ringraziare.

Se vuoi conoscere come il profilo di un banchiere centrale possa influenzare il mercato, contattami.

Vedremo come questo approfondimento potrà aiutarti ad ottenere rendimenti positivi.

Posted on: 1 Febbraio 2018, by :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *