Siamo unici – Articolo per l’Indispensabile n° 25

“Per essere insostituibili bisogna essere unici.”

Coco Chanel

La storia che oggi vi voglio raccontare riguarda il mio recente passato professionale.

Questo articolo è dedicato a chi ha voluto condividere con me il sogno di cambiare la nostra realtà lavorativa in ambito finanziario.

La nostra mission: “Creiamo un ponte tra la finanza e l’economia reale”.

Lavoriamo per creare una gestione finanziaria più trasparente per il risparmiatore.

Educhiamo le persone a gestire al meglio la propria ricchezza.

Da dove sono partito?

Dall’ascoltare i clienti, che chiedevano servizi semplici, ma integrati, per la gestione della ricchezza.

Sempre ascoltando, ho percepito quanto siano lontani i clienti (privati ed aziende) da un lato e le banche dall’altro.

Da questo punto di partenza, ho studiato il mercato per capire se esisteva qualche struttura che offrisse il servizio di ricchezza in modo integrato e completo.

Non vedendo nulla che fosse dal mio punto di vista completo, ho avuto la sana follia di provare a realizzarlo.

Non da solo. Sapevo di aver bisogno di aiuto. E già questo per me è un elemento di unicità.

Ho iniziato dalla mia formazione (quindi dall’io), sia sul progetto, sia sulle risorse umane.

Poi chiedendo aiuto a chi poteva con me condividere il progetto: consulenti con cui poter fare rete e network (quindi gli altri).

Infine completando lo spartito (organigramma) dello studio, inserendo in ogni area strategica la persona che aveva le competenze più adatte.

Tra poco lo studio festeggerà due anni. E certamente la strada da percorrere è ancora molta.

Se guardo il recente passato, posso serenamente dire che sono orgoglioso di ciò che fin qui abbiamo fatto come studio di consulenza.

Abbiamo aiutato quattro aziende a nascere e generare profitti in meno di 15 mesi; abbiamo aiutato cinque aziende ad uscire da una crisi di liquidità e tornare a creare utili.

Abbiamo aumentato la clientela privata, offrendo non solo servizio di gestione del patrimonio finanziario, ma anche di quello immobiliare ed aziendale.

Tutto questo, tra momenti di grande euforia e di fortissimo stress, è stato possibile alle persone che mi sono vicine in ambito lavorativo.

Ciò che ci rende unici, per ora, è che siamo l’unico studio a Brescia che vuole fare questo servizio, così complicato ed ambizioso, di accompagnare il cliente ad essere educato su come gestire al meglio tutto il suo patrimonio.

Avete mai provato a mettere d’accordo più artigiani contemporaneamente per la ristrutturazione della vostra abitazione?

Idraulico, elettricista, pittore, falegname, ecc.

Non è cosa semplice; almeno per me non lo è proprio stato.

Ecco, il mio lavoro è anche coordinare avvocati, architetti, geometri, ingegneri, commercialisti per raggiungere l’obiettivo:

soddisfare nel miglior modo possibile la richiesta del cliente, che sia privato, liberoprofessionista o azienda.

Da solo non potrei fare tutto questo. Ci ho provato, credetemi. Servirebbe una giornata da 48 ore. E forse non basterebbe nemmeno.

“Nessuno di noi è tanto in gamba quanto noi tutti messi insieme”
Roy Kroc

I miei collaboratori, invece, nella loro area di competenza, ormai sono diventati più bravi di me.

Sono diventati degli specialisti. Sono diventati unici.

Come? Studiando da soli, frequentando corsi di formazione, appassionandosi al lavoro.

Io, grazie a loro, sento le fondamenta del servizio di consulenza che offro molto solide.

E ciò che sento, lavorando, è sicurezza.

Sicurezza di essere in grado di portare a termine il lavoro.

Oltre alla sicurezza, percepisco la precisione nel lavoro. Chi mi è vicino sa quanto posso essere paranoico e maniacale nel voler vedere la perfezione del servizio.

E infine avverto anche l’umiltà di saper chiedere scusa quando commetto un errore.

Il processo di lavoro è reso fluido dalle persone.

Esiste certamente un protocollo, un metodo.

Ritengo, comunque, che la nostra grande differenza, la nostra unicità è nelle persone. Come credo sia così nella maggior parte delle piccole aziende del nostro territorio.

Un gruppo diventa un vero team quando tutti i membri che lo compongono sono abbastanza sicuri di sé e del contributo che possono dare, da riuscire a lodare la preparazione degli altri  partecipanti.

Pertanto, è giusto celebrare questo inizio di percorso con chi mi supporta e a volte mi sopporta.

A Ramona, da molto tempo accanto a me per la gestione dei rapporti con le banche per i nostri clienti privati.

A Danilo, il giovane analista che affianca le aziende tutti i giorni per il controllo della liquidità e del cash flow.

A Nicol, che aiuta lo studio a comunicare la nostra volontà di cambiare in meglio il mondo del lavoro ed aiuta le aziende nostre clienti a comunicare con metodo per vendere di più.

A Loretta, che aiuta le aziende a trovare liquidità, lottando tutti i giorni per avvicinare il sistema finanziario e bancario alle aziende.

A tutti loro, che potrei inquadrare con titoli e incarichi in lingua inglese (ma siamo umili!), desidero solo dire grazie.

Abbiamo creato un oceano blu: un nuovo mercato, semplicemente ascoltando i clienti.

Lavorare insieme è difficile, in ogni azienda.

La nostra forza, per superare gli ostacoli, è sentirci UNITI come parte attiva del cambiamento sociale ed economico e sentire ogni giorno che il nostro sogno a piccoli passi si sta realizzando.

Questione di unicità. E di un po’ di follia.

“Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati.”
Michael Jordan
Posted on: 21 Aprile 2016, by :

1 thought on “Siamo unici – Articolo per l’Indispensabile n° 25

  1. Grazie Francesco per la tua testimonianza positiva ! Costruire una squadra di persone uniche che lavorano insieme per un obiettivo comune è difficile ma non impossibile! Grazie per le tue parole che scorrono reali e piene di vita e voglia di costruire. Grazie per il tuo pizzico di sana follia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *